Bettie Page racconta tutto: una vita senza veli

Non smette di far sognare i maschi di tutto il mondo. Sono passati oltre cinquant’anni da quando ha chiuso con la carriera da modella super sexy, ma la leggendaria Bettie Page resta un’icona erotica senza tempo. Esce negli Usa un nuovo documentario “Bettie Page racconta tutto” che ripercorre le tappe della sua vita decisamente sopra le righe che ha guidato un generazione di uomini e donne americane alla scoperta del sesso in un’epoca repressiva come gli anni Cinquanta.

Alla pin up più famosa di tutti i tempi, diva del fetish, maliziosa e ammiccante, peccaminosa nella sua divisa d’ordinanza (un intimo nero da urlo), ma al tempo stesso dotata di meravigliosi occhioni blu che la facevano sembrare un po’ ingenua (e perciò ancora più sexy) Bettie Page ha influenzato tutta la cultura pop nei decenni successivi fino ad oggi. Nel suo video pesantemente hard e fetish “Human Nature“, Madonna si ispira chiaramente a lei. E altrettanto fa Beyoncé nel suo Why “Don’t You Love Me” così come in molti hanno visto nel personaggio interpretato da Uma Thurman in “Pulp Fiction” di Quentin Tarantino un chiaro riferimento alla bella Bettie. Deve molto anche alla Page naturalmente anche la regina del burlesque Dita Von Teese. Il documentario appena uscito negli Stati Uniti diretto dal regista Mark Mori, ricostruisce attraverso interviste ad amici, amanti, collaboratori e conoscenti della pin up la sua incredibile storia  “senza veli”. Da non perdere assolutamente.