Come fare l’amore nudi (e perché è meglio)

Non siate timidi: fare sesso nudi è il modo migliore. I motivi sono tanti, ma sappiate che nel sesso, se restate vestiti, vi perdete qualcosa. Il problema è che vi vergognate? Allora leggete qua.

Ci sono molti modi di fare l’amore, ma farlo nudi resta il migliore. Ok: non sempre ci si trova nelle migliori condizioni per farlo. Quando il desiderio diventa forte da parte di entrambi i partner bisogna soddisfarlo, ovunque ci si trovi, senza perdere troppo tempo. Ed ecco perché accade che il sesso si consumi magari completamente o parzialmente vestiti, e non nudi. Ma se lo fate vestiti vi state perdendo qualcosa.

Il sesso nudi è più lento e soddisfacente

farelamoreIl modo migliore di fare l’amore è farlo nudi. Solo la nudità completa di entrambi permette un amplesso pienamente soddisfacente e una maggiore probabilità di raggiungere l’orgasmo. I due corpi vengono realmente a contatto, si sfregano, si completano. Si superano imbarazzo e timidezza per raggiungere una completa conoscenza di sé e dell’altro. Il sesso nudi è il massimo che una coppia possa raggiungere. Perché? I motivi sono tanti.

Vedi anche: Come fare l’amore e durare tanto

Perché farlo nudi? Ad esempio perché è importante il contatto con la pelle

Questo perché gli stimoli nervosi che ogni parte del nostro corpo è in grado di ricevere, vengono pienamente attivati dal contatto con la pelle del partner. Solo un amante inesperto può pensare che fare sesso si riduca allo sfregamento meccanico degli organi genitali! Niente di più sbagliato. L’eccitazione infatti, cresce molto di più usando la propria pelle per sfiorare il partner nelle cosiddette zone erogene. La pelle infatti ha un modo di comunicare tutto suo, intimo, e fondamentale per raggiungere una piena comunione tra due persone.

Perché il mio partner si rifiuta di spogliarsi completamente?

Può accadere che il vostro partner si rifiuti, o faccia molta fatica a spogliarsi completamente. O magari vuole assolutamente che facciate l’amore al buio completo. Perché accade? Se il vostro partner fa l’amore vestito (o vestita) il problema è solo uno: perché si vergogna di qualcosa del proprio corpo, in genere qualche imperfezione della pelle (nei, smagliature, voglie, cicatrici, ecc. ecc.), qualche chilo di troppo o semplicemente perché non si ritiene sufficientemente bello/a per piacere all’altro completamente nudo.

Cosa fare in questi casi?

Fare l’amore nudi, come abbiamo cercato di spiegare in maniera chiara, è fondamentale per il rapporto di coppia. Significa darsi all’altro nella propria totale nudità, per quello che si è, senza finzioni o trucchi. La nudità nell’amore è quindi un simbolo della qualità della relazione della coppia. Senza nudità completa non c’è totale intimità.

Come aiutarlo/a a superare i propri complessi e a lasciarsi andare?

art 197E’ necessario che, nel nome dell’amore, si aiuti il proprio compagno/a a superare le sue paure, a capire che è amato ed è accettato per quello che è, anche coi suoi difetti e le sue imperfezioni. Non dimentichiamo infatti che la bellezza, oltre che soggettiva, manifesta (o nasconde, ma comunque c’è!) sempre qualche imperfezione. Un esempio perfetto? La Diva di Hollywood per eccellenza, Marilyn Monroe, della quale si dice dovesse ad ogni nuovo acquisto di scarpe regolare di quasi un centimetro un tacco per un problema alla schiena da cui era affetta. Lo stesso problema che ha fatto della sua camminata una delle più sexy ed erotiche di tutti i tempi. Come aiutare davvero il vostro partner a lasciarsi andare completamente? Con tanta pazienza,

  • ripetendogli che “amate tutto, ma proprio tutto, di lei/lui”,
  • cercando di accompagnarlo pian piano nella sua progressiva scoperta della nudità: spogliatevi del tutto anche voi solo quando lei/lui sarà chiaramente pronto a farlo!
  • massaggiandolo in tutto il corpo senza evitare le parti di cui chiaramente si vergogna,
  • invitandolo a fare la doccia insieme il più spesso possibile,
  • mettendo in evidenza i propri difetti e buttandola alla fine sul ridere.

Ecco le zone erogene nell’uomo e nella donna, fondamentali da conoscere se fate sesso completamente nudi:

zone

Le zone più erogene

Si può usare tutto il corpo, come fanno molte esperte massaggiatrici asiatiche, oppure solo le mani, se non si conoscono queste pratiche meravigliose giunte fino a noi dall’antico Oriente.

coppia-nuda-a-lettoParticolarmente sensibili nella donna sono il pube, le natiche, il fondo schiena, il lobo delle orecchie anche se non per tutte, il seno, le grandi e piccole labbra della vagina, la bocca, il cavo poplìteo (la parte dietro il ginocchio), i piedi, e naturalmente l’ingresso dell’ano e i capezzoli.

Per gli uomini invece bisogna concentrarsi sul glande, sulla parte interna delle cosce e quella zona che va dallo scroto fino all’ano. Alcuni uomini apprezzano anche la stimolazione dei capezzoli o dell’ingresso dell’ano, oltre che, come per le donne, la bocca

Vedi anche: Come fare l’amore in modo romantico

Tutte pratiche particolarmente indicate per il pieno successo di un atto sessuale ma che, ovviamente, richiedono una piena nudità. Ecco perché fare l’amore completamente nudi è sano, bello, naturale ma soprattutto pienamente soddisfacente.

E’ la tua prima volta e hai dubbi? Vedi anche il nostro post Come fare sesso la prima volta

E anche le nostre guide Come fare l’amore

    1. JS
    2. Gianluca
    3. supergiocotv
    4. agostino

    Aggiungi un commento