Cosa vuol dire BDSM

Se avete voglia di scoprire, sperimentare, andare oltre le normali abitudini sessuali, allora questa guida potrebbe davvero fare al caso vostro. Nel sesso, come in ogni altro campo, è molto importante informarsi, per avere poi modo di affermare con certezza “sì questo mi piace” o “no, questo invece non mi piace”.

Ma se non sapete nemmeno di cosa si parla, come potete esprimere un giudizio? Nel sesso poi, in particolare, parole come routine e abitudine non vanno proprio di moda e le parole d’ordine sono cambiamento, innovazione, sperimentazione. Che sia con una nuova partner o con la compagna di sempre. Per mantenere sempre viva una relazione anche dal punto di vista sessuale bisogna confrontarsi, capire i gusti del proprio compagno/a e soddisfarli. Solo così avrete la certezza che vostra moglie non scapperà con il primo idraulico che vi entra in casa per riparare un guasto, per fare quelle cose “sporche” che non faceva con voi.

E’ molto in voga in questi ultimi tempi l’acronimo BSDM

Quanti di voi sanno veramente di cosa si parla? Per BSDM si intendono una serie di pratiche erotiche che da molti possono essere considerate violente o troppo eccessive, ma che coppie anche di lunga durata praticano abitualmente e senza alcun tipo di tabù. Nello specifico, per BSDM si intendono il bondage, le pratiche di dominazione e sottomissione e il sadismo/masochismo.

In parole povere il bondage consiste nell’eseguire un rapporto sessuale con alcune costrizioni fisiche, che possono andare da lacci, corsetti e legature, fino a bavagli, mascherine sugli occhi e cappucci vari. La cosa eccitante sta proprio nell’avere un rapporto con una persona a cui viene impedito di muoversi, o di vedere, o di sentire. Non è raro infatti che uno dei due partecipanti abbia mani o gambe legate e debba “sottostare” alle decisioni di chi è invece “libero”. Un concetto molto simile avviene nelle pratiche di dominazione e sottomissione, in cui si utilizzano allo stesso modo lacci e bavagli, ma anche collari e guinzagli ed è netta la suddivisione dei ruoli tra chi è dominante e dominato, o tra chi è padrone e schiavo. Potreste anche essere interessati ad assumere, a rotazione, entrambi i due ruoli e in gergo queste persone vengono chiamate “switch”, che in inglese significa appunto scambio. In un rapporto di dominazione-sottomissione potete scegliere di impersonare il ruolo che preferite, scegliere una vostra ambientazione, creare scene e giochi di ruolo.

Il sadomasochismo è considerata una delle pratiche più estreme del BDSM

Si arriva ad infliggere sofferenze per rendere eccitante il rapporto. Queste sofferenze possono essere sia di tipo fisico, con utilizzo di oggetti contundenti come fruste o altro, ma anche di tipo mentale, arrivando a mettere in scena sottili giochi psicologici con il partner.

E’ sottinteso che, se vi ritenete davvero interessati a questo tipo di pratiche erotiche, dovete scegliere con la massima attenzione la vostra partner. Questi “giochi” devono sempre essere svolti in maniera consapevole, senza costrizione. Dovete stabilire le regole con la vostra compagna e stilare anche una serie di parole di sicurezza da pronunciare nel caso si stia esagerando durante le pratiche sessuali. In questo modo l’altro/a saprà di doversi fermare per “ricontrattare” le regole.

Non abbiate timore: anche se siete sposati da anni abbiate il coraggio di rivelare le vostre fantasie più estreme alla vostra compagna. E se proprio non ve la sentite, trovatevi una scopamica!