Cosa fare se lui vuole farlo in modo strano?

A lui piace fare sesso strano e voi non sapete come comportarvi?

Capita a molte donne. A volte il vostro partner vi chiede di fare l’amore in modo diverso da quello a cui siete abituate. Fa delle richieste che ritenete “strane” e, a volte, perfino imbarazzanti. Succede. E in genere, è appunto il maschio ad avanzare per primo richieste inusuali. Che fare? Accontentarlo o rifiutarsi?

Regole generali

lin21) Ricordate di accettare proposte inusuali solo da persone fidate. Se siete finite a letto con qualcuno appena conosciuto che pretende di fare sesso con pratiche tipo bondage, lasciate perdere. Le pratiche cosiddette “estreme”, come sa bene chi ama questi modi di fare sesso, richiedono situazioni e persone di assoluta fiducia.
2) Cosa vuol dire, in concreto, fare “sesso strano”? In linea di principio, il sesso deve essere per forza strano: in amore non bisogna mai annoiarsi e certo non c’è niente di peggio che ridurlo a una pratica ginnica da finire magari in cinque minuti. Invece servono tempo e fantasia. In generale quindi, tutto ciò che è legale non è strano in ambito sessuale. Tutto ciò che invece è illegale, è assolutamente da evitare. Oltre che conseguenze penali, si possono avere anche gravi conseguenze psicologiche sia per voi che per i soggetti che con voi hanno partecipato all’atto.

Le 5 richieste più comuni del partner

Ecco quali sono le richieste più frequenti che vi possono fare i vostri uomini (ma a volte può essere anche l’inverso) per fare sesso in maniera “inusuale”.

1) Utilizzo di sexy toys. Ma sì, vibratori, palline cinesi Ben Wa utilizzate fin dall’antichità dalle geishe per la stimolazione di tipo sessuale (inserendole nella vagina oppure nell’ano) e altre cose del genere. Molti maschi amano inserire nella vagina qualsiasi tipo di oggetto, da ortaggi chiaramente fallici (carote, zucchine, cetrioli, ecc.) ad altri strumenti più pericolosi, che quindi sconsigliamo, come le bottiglie o altri oggetti che possono rompersi provocando gravi danni.

2) Pratiche sadomaso. Cose come legare la partner con manette, corde di vario genere. Pratiche che in genere rientrano nel bondage, cioè quell’insieme di attività sessuali basate su costrizioni fisiche realizzate con legature, corsetti, cappucci, bavagli. Attenzione: si tratta di pratiche sempre ed esclusivamente svolte tra adulti consenzienti. Altrimenti è violenza, quindi qualcosa di illegale, penalmente perseguibile, da non praticare per nessun motivo!

lin33) Feticismi. Il più comune e diffuso è quello legato ai piedi femminili. Molti uomini amano fotografarli, usarli per masturbarsi, leccarli. Per feticismo si intende la parafilia consistente nello spostamento della meta sessuale dalla persona viva nella sua interezza ad un suo sostituto, ad esempio appunto i piedi o altre parti del corpo, sovente le natiche. Molto frequente anche l’eccitazione feticistica derivante dalle scarpe col tacco, abiti in latex o PVC, o lingerie supersexy. Il feticismo però è da considerarsi tale solo se patologico, cioè se l’eccitazione si manifesta solo in presenza del feticcio e mai altrimenti. Cioè, ad esempio, se un maschio si eccita solo leccando i piedi o frustando le natiche.  Se invece queste sono comprese insieme ad altri modi di raggiungere l’eccitazione, non sono da considerarsi patologici, ma solo uno dei tanti mezzi possibili per raggiungere l’estasi erotica.

4) Scambisti, sesso con più persone e gang bang. Pratiche molto più frequenti di quel che si creda. Ad esempio, con il termine inglese cuckold si indica la persona che consapevolmente e volontariamente induce il proprio partner a vivere esperienze sessuali con altre persone. Attraverso lo scambio di coppia, oppure in tre con un’altra persona (maschio o femmina a seconda della preferenze), fino ad arrivare alla gang bang, cioè diversi maschi con una sola donna. Si tratta ovviamente di pratiche molto impegnative, oltre che a livello fisico, anche a livello psicologico e richiedono piena consapevolezza ed accettazione da parte della coppia. O vi sono queste condizioni o meglio evitare, affidandosi alla fantasia che quasi sempre è un’ottima alternativa. Il dirty talking, se ben fatto, è sempre un ottimo palliativo.

lin45) Porno fatto in casa. Ora che gli strumenti digitali, videocamere e fotocamere, sono diffusissimi e alla portata di tutti, è sempre più frequente la richiesta di effettuare riprese o scattare foto durante il sesso. Insomma, di essere attori protagonisti di porno fatti in casa da guardare insieme per eccitarsi o per masturbarsi, sia lei che lui, in assenza del partner.

Accontentarlo o no? Come fare se le sue richieste sono troppo “pesanti”?

Dipende naturalmente. Dipende da quanto queste sono accettabili da voi. Perché, lo ripeteremo fino allo sfinimento, il sesso in qualunque forma si pratichi, è bello se pienamente consenziente da parte di entrambi. Altrimenti fa solo male. Quindi, fate tutto quello che volete se siete d’accordo. Se invece la richiesta è troppo pesante da sostenere per voi, cercate di sviare il vostro partner trovando delle alternative che possano soddisfare i suoi desideri e le sue fantasie senza far entrare in crisi né voi né la coppia.