Il fascino erotico della divisa

Quanto piace la divisa? Tradizione vuole che le donne siano ammaliate dai bei soldati che sfoggiano il fisico allenato per la battaglia nelle loro divise da guerrieri. Ma adesso che in quasi tutti i paesi del mondo le donne sono ormai entrate in pianta stabile nell’esercito, che succede? Vale anche per loro il fascino chiaramente erotico della divisa? E quanto?

Negli Stati Uniti è polemica per la tendenza da parte della propaganda di usare immagini di donne soldato sempre bellissime. Quasi troppo belle per essere vere! è la critica mossa da un’esperta di comunicazione della stessa US Army, sostenendo che l’uso di immagini di donne belle e fascinose risultano meno convincenti nell’ottica di arruolare nuove leve. “In generale, le donne brutte vengono percepite come competenti, mentre per le più belle si dà per scontato che usino la propria bellezza per farsi strada”, ha dichiarato il colonnello Lynette Arnhart, alla guida di un team di studiosi dell’ufficio che si occupa dell’integrazione delle donne nei ruoli di combattimento dai quali erano prima escluse. Naturalmente ora che nei vari eserciti sono decine di migliaia le donne arruolate (in Italia l’esercito ha cominciato ad accettarle dall’anno 2000, tra gli ultimi in Europa) ce ne sono di belle e di brutte, come per i maschi del resto.

Ma il punto è capire se anche su di loro la divisa costituisce un valore aggiunto e un modo per accrescerne il fascino a prescindere dall’avvenenza. Gli uomini scappano di fronte a una soldatessa?

Tendenzialmente la divisa affascina perché ispira protezione e prestigio, sentimenti che tradizionalmente vengono associati al maschio. Un sondaggio realizzato dal social network AshleyMadison.com, specializzato in incontri “senza impegno”, ha stilato una classifica ideale del tipo d’uomo con cui le donne vorrebbero avere un’avventura: il poliziotto o il militare raggiungono il 9% di tutti i messaggi scambiati su quel particolare social network dimostrando così che il fascino della divisa è lo stesso di un tempo. Vale lo stesso per le donne soldato? Pare di sì. I maschi però sono ammaliati dalle soldatesse più che dal prestigio che la divisa può esercitare su di loro, per l’altissimo tasso di erotismo che immaginano celato sotto la divisa da guerriera. Una specie di variante dell’erotismo esotico che da sempre esercita sui maschi occidentali il velo delle donne arabe. Per le soldatesse il velo viene sostituito dall’elmetto, forse non altrettanto intrigante, ma pur sempre evocativo insieme alla divisa completa, spesso disegnata da stilisti di fama internazionale, di qualcosa da sfilare per scoprirne tutta la bellezza celata. Se a ciò si aggiunge, come dimostra la breve galleria fotografica che segue, che le soldatesse di tutti gli eserciti, sono spesso anche donne bellissime, ecco che il dado è tratto: la divisa “al femminile” esercita sul sesso opposto un fascino almeno pari a quello che da sempre viene associato agli uomini in uniforme.

Soldatesse ucraine (fonte: www.miliwoman.com)

Soldatesse ucraine (fonte: www.miliwoman.com)

Soldatesse svedesi: (Fonte: www.miliwoman.com)

Soldatesse svedesi: (Fonte: www.miliwoman.com)

Soldatessa americana: (Fonte: www.miliwoman.com)

Soldatessa americana: (Fonte: www.miliwoman.com)

Soldatessa danese: (Fonte: www.miliwoman.com)

Soldatessa danese: (Fonte: www.miliwoman.com)

Alpina italiana: (Fonte: www.miliwoman.com)

Alpina italiana: (Fonte: www.miliwoman.com)

Il caporal maggiore scelto dell'esercito degli Stati Uniti Kristine Tejeda: (Fonte: http://www.ausa.org/publications/armymagazine/archive/2013/11/Documents/Cone_Nov2013.pdf)

Il caporal maggiore scelto dell’esercito degli Stati Uniti Kristine Tejeda: (Fonte: http://www.ausa.org/publications/armymagazine/archive/2013/11/Documents/Cone_Nov2013.pdf)

Soldatessa israeliana (Fonte: www.miliwoman.com)

Soldatessa israeliana (Fonte: www.miliwoman.com)

Soldatessa olandese (Fonte: www.miliwoman.com)

Soldatessa olandese (Fonte: www.miliwoman.com)

Soldatessa serba (Fonte: www.miliwoman.com)

Soldatessa serba (Fonte: www.miliwoman.com)

    1. Dante
    2. Dante

    Aggiungi un commento