Sesso in palestra: i consigli per una bella scopata

Non solo i muscoli crescono

Se le occasioni per trovare e cogliere momenti di puro piacere sessuale sembrano essere sempre di più anche grazie ai social, avete mai considerato le potenzialità di un luogo come la palestra per dedicarvi alla vostra caccia preferita ?

La palestra non è solo il tempio della fatica e del sacrificio per avere un fisico meritevole di essere osservato, ma anche il luogo in cui fisici più o meno scolpiti si mettono in mostra, desiderosi di attirare sguardi vogliosi e colmi di desiderio.

Gli esercizi mettono in mostra muscoli in tensione e i movimenti diventano una messa in scena quasi si fosse in teatro e l’obiettivo fosse quello di catturare l’attenzione degli spettatori.

Le prime mosse per esplorare

Può nascere tutto da un semplice scambio di sguardi che lasci intendere che l’interesse non é tanto rivolto all’esercizio che l’altra persona sta facendo, quanto piuttosto a quei seni che sembrano sfidare la forza di gravita, compressi in top elastici che ne esaltano ancor più il profilo o glutei che sembrano disegnati con il compasso e che sembrano non aspettare altro che essere afferrati da mani vogliose.

L’offerta di un aiuto per svolgere l’esercizio o utilizzare al meglio la macchina, può essere il pretesto giusto per iniziare una conversazione apparentemente casuale, ma che in realtà nasconde un obiettivo ben chiaro: tessere una tela che lentamente circondi la nostra preda e la faccia arrivare alla fine tra le nostre braccia.

Il primo contatto

Se é vero, come qualcuno disse, che la reazione di una donna al tocco di un uomo da a lui tutte le risposte di cui ha bisogno, ecco quindi che un tocco leggero, una mano che sostiene durante lo svolgimento dell’esercizio diventa strategia per attivare un collegamento dei sensi e farci capire l’intensità della corrente erotica che si mette in circolo.

Una mano appoggiata dà inoltre la possibilità di saggiare se quelle forme sensuali sono realmente tali. Se ci sono le condizioni giuste, ecco che una piccola fiammella di passione appiccata da mano sapiente può innescare un vero e proprio incendio di passione tale da far sudare anche nella stagione più fredda.

Iniziano le manovre

Una scopata inizia già dalle carezze e quindi non abbiate remore a lasciare che le vostre mani esplorino voluttuose ma discrete il corpo altrui, con la giusta attenzione alla presenza di eventuali altre persone, ma con la consapevolezza che un pubblico presente al nostro spettacolo di corteggiamento e conquista rende tutto più eccitante.

Mani che si toccano e corpi che si sfiorano sono solo il preludio di una passione che può divampare e non lasciamo che sia lunga l’attesa prima di assaporare i piaceri della carne.

Inizia il banchetto

Se la frequentazione di una palestra avviene in orari poco affollati, allora anche la zona spogliatoio può essere il luogo in cui consumare l’antipasto di quello che sarà poi il vero e proprio banchetto di sesso: carezze che eccitano il corpo e timore di essere scoperti che eccitata il cervello, lasciano andare la bocca a suonare una sinfonia di strumenti del sesso con un crescendo lussurioso di desiderio fino ad una esplosione di piacere con l’irruenza di una rinfrescante pioggia d’estate.

Se la situazione lo consente, al riparo da sguardi indiscreti e fastidiosi disturbatori ci si può abbandonare totalmente ad una scopata che vi farà rimpiangere di non esservi iscritti prima in palestra, erroneamente convinti che in palestra si andasse solo per allenare i muscoli.

Corpi che si intrecciano e respiro ansimante caratterizzeranno, se saprete muovere le giuste pedine, le vostre giornate in palestra.

Braccia muscolose che afferrano seni turgidi, mani che stuzzicano capezzoli svettanti e corpi che si uniscono uno dentro l’altro in una spinta continua verso il piacere.